fbpx

In questo articolo spiegheremo i potenziali rischi per la sicurezza dell’apertura di e-mail infette, come funzionano gli attacchi e-mail di phishing e social engineering e, infine, 10 dei migliori suggerimenti sulla sicurezza della posta elettronica per i dipendenti che è possibile implementare per proteggere la propria organizzazione da queste minacce alla sicurezza prevalenti.

 

Quando viene aperto un messaggio di posta elettronica, il computer o il dispositivo che lo apre diventa vulnerabile all’infezione da malware che può quindi diffondersi in tutta la rete dell’organizzazione.

Il malware, abbreviazione di malicious software, è qualsiasi tipo di virus o codice specificamente progettato per compromettere computer, reti e dispositivi.

E una volta che un sistema è infetto, può essere utilizzato per infettare altri sistemi sulla rete, consentendo ai criminali informatici di accedere a dati sensibili e informazioni aziendali.

I messaggi di posta elettronica infetti possono provenire da una varietà di fonti, tra cui:

  • E-mail falsificate che sembrano provenire da una fonte legittima ma provengono in realtà da un utente malintenzionato
  • E-mail con allegati infetti che, una volta aperti, rilasciano malware sul sistema
  • Collegamenti a siti Web dannosi incorporati nei messaggi di posta elettronica che, se cliccati, possono infettare il sistema con malware

Come funzionano gli attacchi di social engineering e phishing

I criminali utilizzano e-mail, testo, social media o altre piattaforme di comunicazione per indurti a fornire loro informazioni sensibili come password, numeri di previdenza sociale, numeri di carte di credito, ecc.

Questi attacchi spesso arrivano in un emai l che sembra provenire da una fonte legittima, come una banca o una società di carte di credito.

Quando la vittima riceve l’e-mail, gli viene chiesto di fare clic su un collegamento che li porta a un sito Web falso che sembra reale. Una volta sul sito, viene chiesto loro di inserire informazioni personali che vengono poi inviate all’attaccante.

Gli attacchi di ingegneria sociale funzionano più o meno allo stesso modo, ma invece di cercare di convincere le vittime a consegnare informazioni sensibili, gli aggressori utilizzano la posta elettronica per cercare di convincere le vittime a eseguire un’azione, come fare clic su un collegamento dannoso, aprire un allegato o inviare una password monouso. Questi tipi di attacchi stanno diventando sempre più comuni man mano che i criminali informatici si rendono conto di quanto sia facile indurre le persone a fare ciò che vogliono.

Le 10 migliori pratiche per la sicurezza della posta elettronica che i dipendenti possono utilizzare

Quindi, ora che abbiamo esaminato alcuni dei rischi associati alla posta elettronica e come i criminali informatici possono utilizzarla per attaccare le aziende e rubare i dati aziendali, diamo un’occhiata alle migliori pratiche di sicurezza della posta elettronica che le aziende possono implementare per prevenire la stragrande maggioranza di questi attacchi.

Sebbene nessun sistema sia sicuro al 100%, implementando queste best practice, puoi rendere molto più difficile per gli aggressori compromettere i tuoi sistemi e rubare i tuoi dati.

Ecco i migliori suggerimenti sulla sicurezza della posta elettronica per i dipendenti:

1. Non aprire mai allegati da mittenti sconosciuti

Se non sai chi ha inviato un allegato, non aprirlo.

Gli aggressori spesso falsificano le e-mail in modo che sembrino provenire da una fonte legittima al fine di indurre le vittime ad aprire un allegato che contiene malware.

2. Fai attenzione ai link nei messaggi di posta elettronica

Se ricevi un’email con un link, passa il mouse sopra il link per vedere dove ti sta effettivamente portando prima di fare clic su di esso.

Gli aggressori spesso incorporano collegamenti nelle e-mail che portano le vittime a siti Web dannosi che possono infettare il loro sistema con malware.

3. Non rispondere alle e-mail sospette

Se ricevi un’email che sembra sospetta o proviene da un mittente sconosciuto, non rispondere.

Gli aggressori utilizzeranno spesso questi tipi di e-mail per raccogliere informazioni su potenziali obiettivi, con l’obiettivo finale di hackerare il proprio account di posta elettronica o altro account aziendale.

4. Mantieni aggiornati il tuo software e il tuo sistema operativo

Assicurandoti di aver installato le patch di sicurezza più recenti (specialmente sui dispositivi personali dei tuoi dipendenti), puoi chiudere potenziali falle di sicurezza che gli aggressori possono sfruttare.

Questo è sempre più imperativo nella nostra epoca di Wi-Fi pubblico non protetto e scarsa conoscenza della sicurezza informatica in generale.

Mantenere solide pratiche di sicurezza della posta elettronica mobile è fondamentale per la sicurezza aziendale nel panorama delle minacce online di oggi.

5. Usa password complesse e non riutilizzarle mai

Utilizzando password complesse e univoche per ciascuno dei tuoi account, puoi rendere molto più difficile per gli aggressori compromettere i tuoi account. E se una delle tue password è compromessa, le altre saranno ancora al sicuro.

Se la tua organizzazione utilizza un gestore di password, è particolarmente importante mantenere le password principali al sicuro, perché se una di queste è compromessa, TUTTE le password saranno compromesse.

6. Abilita l’autenticazione a due fattori

L’autenticazione a due fattori (o autenticazione a più fattori) aggiunge un ulteriore livello di sicurezza ai tuoi account richiedendo di inserire un codice dal telefono oltre alla password quando effettui l’accesso.

Ciò rende molto più difficile per gli aggressori accedere al tuo account, anche se hanno la tua password.

7. Non fare clic su collegamenti e-mail o aprire allegati da mittenti sconosciuti

Come accennato in precedenza, gli allegati e i collegamenti e-mail sono uno dei modi più comuni in cui gli aggressori forniscono malware alle vittime.

Quindi è importante essere più cauti quando si tratta di messaggi di posta elettronica provenienti da mittenti sconosciuti e non aprire MAI un allegato a meno che non si sia sicuri al 100% di sapere da chi proviene.

8. Essere consapevoli degli attacchi di phishing

Gli attacchi di phishing (e gli attacchi di spear phishing, che prendono di mira una persona in particolare) stanno diventando sempre più comuni, quindi è importante essere consapevoli dei segni di un’e-mail di phishing.

Questi possono includere cose come errori di ortografia, linguaggio urgente o allegati imprevisti. Se ricevi un’e-mail che sembra sospetta, non rispondere o fare clic su collegamenti / allegati.

9. Segnala e-mail sospette

Se ricevi un’e-mail che sembra sospetta, inoltrala al reparto IT o al team di sicurezza in modo che possano indagare.

Segnalando questi tipi di messaggi di posta elettronicapuoi impedire che altre persone nella tua organizzazione diventino vittime.

10. Utilizzare un servizio di posta elettronica sicuro

Se invii informazioni sensibili tramite e-mail, assicurati di utilizzare un servizio di posta elettronica sicuro che utilizza la crittografia per proteggere i tuoi messaggi. Ciò renderà molto più difficile per gli aggressori intercettare e leggere i tuoi messaggi.